senza titolo-1
wam group white
logo basket cavezzo bianco2
logo basket cavezzo bianco2
fip_logo_fip_oriz

Sede società: Via Cavour 59/D 41032 Cavezzo (MO)

 

Campo di gioco: Palasport – Via Cavour 59/D – 41032 Cavezzo (MO)

 

Telefono e fax: +39 0535 46200

 

Email società: basketcavezzo@gmail.com

 

Email ufficio stampa e social: divaiosmm@gmail.com

WAMGROUP BEFFATA DUE VOLTE: FAENZA PAREGGIA A 1 SECONDO DALLA SIRENA E VINCE ALL'OVERTIME 69-72

15-04-2024 01:18

Simone Di Vaio

Serie B,

WAMGROUP BEFFATA DUE VOLTE: FAENZA PAREGGIA A 1 SECONDO DALLA SIRENA E VINCE ALL'OVERTIME 69-72

WAMGROUP BEFFATA DUE VOLTE: FAENZA PAREGGIA A 1 SECONDO DALLA SIRENA E VINCE ALL'OVERTIME 69-72

TABELLINO

 

WamGroup Cavezzo - Faenza Basket Project 69-72 1°OT

(16-12; 27-31; 49-46; 62-62)

 

WAMGROUP CAVEZZO: Siligardi 6, Zanoli 9, Cariani ne, Kolar 5, Verona 28, Maini 5, Costi 14, Calzolari 2, Stefanini ne, Zucchi ne, Pronkina.

All. Piatti

 

FAENZA BASKET PROJECT: Edokpaigbe 15, Panzavolta 8, Porcu 17, Manaresi 2, Gori 5, Ciuffoli A., Morsiani 10, Grande 10, Bernabè 3, Ciuffoli E.2

All. Sferruzza

 

Arbitri: Zuffa Gabriele di Cesena e Rossi Demetra di Forlì. 


screenshot-2024-04-15-alle-00.55.18.png

CRONACA DEL MATCH

 

Serata nerissima per la WamGroup clamorosamente beffata due volte da Faenza, bravissima a crederci fino all’ultimo secondo. Dopo un match giocato ad alti ritmi da entrambe le parti, è la squadra romagnola a gioire al termine del primo e unico overtime. Un grosso rammarico per Cavezzo che dopo aver imbastito bene la gara e aver chiuso il primo quarto avanti 16-12, si fa prendere troppo dalla foga del gioco e inizia a deficitare dal punto di vista realizzativo nei secondi 10’ di gioco. Le ospiti sono brave invece a invertire il loro trend di attacco nella seconda frazione di gioco, con le piovre che faticano a contrastare le avversarie, segnando solo 11 punti in tutti il quarto. Le squadre vanno a riposo sul 27-31. Al rientro in campo la storia si ripete dall’inizio, con le ragazze giallonere che ritrovano la fiducia con cui hanno iniziato gara, riuscendo a segnare un parziale di 22-15, grazie soprattutto alle quattro bombe dall’arco di Costi (14 punti) e al gioco duro di Verona (28) che si fa largo in area e mette a referto numerosi punti consecutivi. Le padrone di casa sono tornate in controllo della gara, ma il quarto quarto nasconde una verità non troppo rosea per Capitan Zanoli e compagne. Nonostante il buon inizio di frazione delle piovre, con un parziale da 13-8, il risultato torna in bilico a 1 secondo dalla fine. La giocatrice faentina più temibile, colei che vanta numerosi allenamenti e convocazioni con la prima squadra in Serie A1, Candy Edokpaigbe (15 punti), riesce a strappare un rimbalzo e a farsi largo tra le mani avversarie per segnare l’ultimo canestro dei tempi regolamentari, pareggiare i conti 62-62 e mandare il match all’overtime. La tensione è altissima, la posta in palio troppo importante per non trasformare il tempo supplementare in un autentica guerra. Con piccoli parziali da una parte e dell’altra si arriva allo stesso epilogo dei 40’ regolamentari. È ancora una volta la faentina classe ’05 con il numero 2 sulla schiena a portare scompiglio nell’area di Cavezzo: con un ottimo guizzo si fa trovare libera sotto il canestro giallonero che sbanda completamente lasciando Edokpaigbe libera di segnare gli ultimi due punti che consegneranno la vittoria alla squadra romagnola. Con 0.04 secondi dal termine, coach Piatti chiama timeout per provare a disegnare l’ultimo attacco, ma ci vorrebbe un miracolo per riuscire a tirare con così poco tempo. Tutto si conclude in nulla di fatto e tra la gioia delle ospiti e la grande delusione di Cavezzo, le piovre si raccolgono a centrocampo per l’ultimo saluto della serata. Fortuna vuole che le ragazze di coach Piatti siano ancora padrone del proprio destino, grazie ai risultati arrivati dagli altri scontri diretto. Certo, guardando appunto i finali delle altre partite, sarebbero stati due punti d’oro se fosse arrivata una vittoria contro Faenza, perchè con due punti in più le piovre avrebbero potuto ipotecare un terzo posto che è ancora alla portata di tutti, oltretutto perdendo anche il fattore campo nei confronti della squadra romagnola, che ribalta così gli scontri diretti, dato il risultato dell’andata. Non serve nulla piangersi addosso, bisogna ricominciare subito dalla prossima partita che sarà sabato 20 a Fiorenzuola contro Valdarda FBK. 

 

A fine partita ha parlato coach Piatti. Ecco le sue parole: «Abbiamo giocato contro la squadra che probabilmente ha fornito la miglior pallacanestro vista quest’anno. Lucide, con tecnica e intensità anche nei momenti di maggior difficoltà quindi come prima cosa faccio i complimenti a Faenza. Noi purtroppo abbiamo giocato una partita con troppi alti e bassi sia in attacco che in difesa. Le cose migliori le abbiamo fatte quando abbiamo avuto pazienza e siamo riuscite ad andare al ferro, purtroppo la poca lucidità nei momenti decisivi della partita e le percentuali da tre ci hanno penalizzato. 
Per vincere abbiamo bisogno che ognuna delle ragazze porti il suo mattoncino, piccolo o grande che sia. Ognuna può e deve essere utile alla squadra facendo anche piccole  cose, ma fatte bene. Questo non è avvenuto nell’ultima partita e a pagare dazio è stata la squadra».

 

Parole condite da un pizzico di rammarico e delusione, ma come al solito anche di grande stima e speranza nei confronti delle sue giocatrici.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder